Acqua potabile con il depuratore acqua

acqua potabile con il depuratore

Oggigiorno in molte abitazione è possibile trovare un depuratore acqua e questo perché, con quel che si sente sulla manutenzione delle condotte idriche comunali, i cittadini non si fidano più della qualità dell’acqua che sgorga dal rubinetto. Non volendo nemmeno dipendere sempre dall’acquisto di bottiglie d’acqua minerale, molte famiglie decidono di installare un depuratore acqua nonostante la spesa possa rivelarsi all’inizio notevole.

Perché è utile un depuratore acqua?

Fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio: ormai sono molti i cittadini, infatti, che non si fidano più del tipo di acqua che passa attraverso le condotte comunali, e che preferiscono piuttosto acquistare le bottiglie di acqua naturale per non avvelenarsi con l’acqua del rubinetto. Sempre più sono oggi coloro che preferiscono bere l’acqua in bottiglia perché si è più sicuri di ciò che si beve e quindi, per bere un’acqua di buona qualità si è disposti anche a sostenere la spesa settimanale di bottiglie d’acqua. E se questa spesa venisse abbattuta a favore di una migliore qualità dell’acqua del rubinetto? Oggi è possibile rendere l’acqua di rubinetto buona grazie all’installazione di un depuratore acqua.

L’installazione dei depuratori d’acqua domestici, infatti, rappresenta una valida alternativa all’acquisto delle bottiglie d’acqua minerale e, sebbene la spesa iniziale possa sembrare notevole, l’installazione la si ammortizza man mano negli anni fino a recuperarla del tutto. La tecnologia oggi dà la possibilità anche di scegliere tra due modelli di depuratori: quello che effettua una purificazione fisica dell’acqua e quello che agisce separando chimicamente gli agenti contaminanti presenti nell’acqua. I depuratori domestici più usati, però, sono i filtri, che possono essere anche qui di due specie, ovvero quelli che sfruttano la gravità e quelli che usano il carbone.

Quante depurazioni dell’acqua è possibile effettuare?

Il depuratore acqua, quindi, può usare il filtro in carbone riuscendo a purificare così tanto l’acqua grazie all’eliminazione di prodotti chimici latenti e di gas, per questo i filtri in carbono sono molto popolari, inoltre sono i preferiti di molti perché eliminano il cloro dall’acqua del rubinetto migliorandone di gran lunga il sapore. I filtri a carbone, per durare a lungo, richiedono una certa manutenzione dato che vanno sostituiti dopo un determinato periodo di tempo.

Se si intende depurare l’acqua anche da sali minerali e fluoruri bisogna usare un depuratore a scambio ionico: in questo caso, gli ioni agiscono a livello biologico eliminando molte forme di alghe, virus e batteri che si sviluppano lungo le tubature comunali. Peccato che eliminino anche quelle sostanze buone, come magnesio e calcio, che rappresentano delle eccezionali fonti di minerali per l’organismo.